accarisi_alberto_vocabolario_grammatica_et_orthographia_de_la_lingua_volgare_con_ispositioni_di_molti_luoghi_di_dante_del_petrarca_et_del_boccaccio_1543_prima_edizione_cento_ferrara
Muovi il mouse o clicca sull immagine per ingrandirla
Accarisi2 Accarisi3 Accarisi6 Accarisi10 Accarisi12 Accarisi11

001  ( Cinquecentine – Vocabolari – Volgare )

Accarisi, Alberto ( o Accarigi, Acarisio, Acharisio )
Vocabolario, grammatica, et orthographia de la lingua volgare d’Alberto Acharisio da Cento, con ispositioni di molti luoghi di Dante, del Petrarca, et del Boccaccio. Stampato in Cento in casa de l’auttore del mese di zugno 1543 .

In – 8vo ( 21 cm ), legatura coeva in piena pergamena floscia, titolo manoscritto al dorso e sul taglio inferiore, carte ( 4 ) 316. Edizione originale. La legatura presenta qualche piccolo taglio ai margini e segni di usura superficiali, ma non ha cedimenti; qualche lavoro di tarlo ai risguardi, una trentina di carte presentano un leggero arrossamento. Firma di possesso al frontespizio, e una macchiolina di inchiostro all’angolo superiore dello stesso; leggerissima gora ai margini delle prime dieci carte, un’altra un po’ più marcata all’angolo interno nelle carte 33 – 38; altra lieve gora al margine inferiore delle carte 69 – 73, 85 – 89, 241 – 245 e 293 – 297, che in alcuni casi labisce il testo; due macchioline, forse residui cerosi, ai margini delle carte 156 e 157. Rarissime e brevi note a margine, vergate a inchiostro da mano antica, alcune per correggere un vocabolo sul quale è stata tracciata una riga che non compromette la lettura. Nel complesso un buonissimo esemplare, genuino e completo. 
Rarissima cinquecentina e primo libro stampato a Cento. Alberto Accarisi nacque a Cento verso la fine del ‘400, frequentò l’Ateneo di Bologna dove conseguì la laurea in legge. Iniziò la professione di notaio nella città natale, diventando in breve tempo conosciuto e stimato anche al di fuori del paese. Parallelamente si dedicò allo studio della grammatica italiana, fedele alla lezione del Bembo. Ebbe incarichi di governo in varie città, tra le quali Bagnacavallo, Reggio, Lucca e Genova. In seguito fece ritorno a Cento e riprese l’attività notarile, ma il suo impegno fu rivolto soprattutto agli studi filologici e grammaticali. Nel 1536 pubblicò ” La Grammatica Volgare “, stampata a Bologna presso Bonardo e Compagni, in seguito ristampata più volte. Ma l’opera più importante dell’Accarisi è il ” Vocabolario “, stampato in proprio nel 1543. Nel 1550 apparve sul mercato quella che sembrava una ristampa, ad opera dello stampatore veneziano Vincenzo Valgrisi. In realtà si tratta di una contraffazione dell’edizione del 1543, alla quale fu sostituito il primo e l’ultimo fascicolo. Tra i primi vocabolari della lingua italiana, fu uno dei più autorevoli e apprezzati, procurando elogi e fama all’Autore. Opera molto rara e filologicamente importante. Cfr. Gamba 2753 ; Fumagalli p. 7.

Condividi su :

 2.490

Disponibile

Chiedi informazioni
Print Friendly, PDF & Email